Il «Times» Israele prepara raid sulle centrali di Teheran

Israele è pronto a lanciare a breve un massiccio attacco militare contro i siti nucleari iraniani, una volta ottenuto il via libera del nuovo governo. Lo scrive il «Times» di Londra dopo un colloquio con un funzionario della Difesa israeliana. Israele si sarebbe già dotato di tre velivoli-radar tipo Awacs per quello che viene considerato un raid aereo ad alto rischio. I bersagli nel mirino sono una decina, inclusi gli obiettivi mobili. La distanza da almeno uno di questi bersagli è di 870 miglia, un raggio che le forze israeliane avevano testato l’anno scorso in alcune esercitazioni. L’eventuale bombardamento israeliano sull’Iran è stato paragonato dal «Times» all’attacco effettuato dallo Stato ebraico nel 1981 sull’impianto nucleare iracheno di Osirak, presso Bagdad. Quell’attacco distrusse il sito in meno di 100 secondi, fu completato senza perdite israeliane e fermò le ambizioni atomiche di Saddam. Il presidente iraniano Ahmadinejad ha reagito affermando che il suo Paese è una potenza regionale e che nessuno osa aggredirlo.