Il Timoniere alla deriva anche in libreria

In questi tempi i libri su Mao sono molto richiesti. Biografie sempre più dettagliate del «Grande timoniere» e della sua esperienza nei campi politico, militare, letterario e artistico. È di recente uscita Mao. L’uomo, il rivoluzionario, il tiranno, di Philip Short (Rizzoli, pagg. 592, euro 28), dove emerge una personalità poliedrica: il guerriero che ha portato al trionfo la rivoluzione comunista nello Stato più popoloso del mondo; il tiranno che con le carestie causate dal disastroso «Grande balzo in avanti» e con le purghe della Rivoluzione culturale ha provocato più vittime di Stalin e Hitler e il poeta e filosofo che ha dimostrato nei decenni del suo potere un’assoluta indifferenza alle sofferenze umane. Nel 2004 un’altra biografia, Mao Zedong, di Jonathan D. Spence (Fazi, pagg. 190, euro 15) racconta le origini contadine di un leader autodidatta, imprevedibile e controverso, capace di riunire intorno a sé e al proprio dogma un Paese sconfinato, lacerato da anni di guerra, di dominazione straniera e feudalesimo.