Il Timorasso di Mariotto

Quello di Claudio Mariotto a Tortona, 0131.870425, claudiomariotto@tiscali.it, non è un nome nuovo fra gli appassionati di terroir "invisibili", ma la sua fama non è ancora pari alle sue qualità di vignaiolo. Se le colline del Tortonese (cuscinetto stretto tra i giganti Oltrepò Pavese e Monferrato) non sono più solo famose per virtù ciclistiche del mitico Fausto Coppi, ma pure per quelle di un'uva misconosciuta che dona un vino sui generis, il merito è anche suo. Si chiama Colli Tortonesi Pitasso il suo vino: intensità, profondità e carattere miscelate con grazia. Si chiama Timorasso il vitigno, perla da intenditori: ricorda un riesling per il timbro di idrocarburi, uno chardonnay per la polpa e l'energia, un sauvignon per via della sua selvatichezza. Con la vendemmia ’05 ha messo d'accordo tutti: critica, operatori e i bianchisti più esigenti. Profuma di albicocche e agrumi, appassiona per una mineralità squillante, un'acidità vibrante, una sapidità infiltrante. In enoteca solo 16 euro. Un vero affare.