Tinto Brass scandalizza la Russia

Parte «Walter e Giada» una storia in 35 puntate

Il ministero della Cultura russa mette nei guai l’emittente televisiva Ntv, rea di aver trasmesso il film di Tinto Brass Tra(sgre)dire. Ma l’accusa non riguarda solo i contenuti troppo osé del film, ma anche l’aver mandato in onda la Narushaia zapreti, così il titolo in russo, nella versione integrale di un’ora e mezzo circa, al posto dei 68 minuti concordati. La trasgressione potrebbe costare a Ntv addirittura il ritiro della licenza, per aver violato la legge federale che regola le trasmissioni televisive. «È troppo presto per farci chiudere i battenti» sdrammatizza così una portavoce.