Tip-tap, humor e imitazioni nel Musical delle suore

La Compagnia della Rancia mette in scena al San Babila l’opera scritta da Goggin nell’85, anticipò il fenomeno «Sister Act»

Non stupitevi se sarà una «suora» a strapparvi il biglietto all'ingresso, o a darvi il benvenuto in sala. Del resto con Nunsense...le amiche di Maria, lo spettacolo non ha confini e si svolge non solo sul palco, ma anche tra il pubblico. Per la prima volta a Milano, La Compagnia della Rancia e Fabrizio Angelini presentano questo spettacolo nello spettacolo, che promette catapultare gli spettatori in un musical divertente, ironico e surreale. Cinque attrici interpretano altrettante suore, ben informate sulla cronaca e sull'attualità, perfettamente a loro agio nel mondo contemporaneo e soprattutto piene di risorse, insieme ad un orchestra dal vivo composta ovviamente da frati. Nunsense è anche un gioco di parole, in bilico tra il significato di «nonsense» e la parola «nun» che in inglese significa «suora» e prosegue nel sottotitolo «le amiche di Maria», con un doppio significato, sia religioso che...televisivo. E così un successo dell' «Off Broadway» degli anni Ottanta, scritto da Dan Goggin, grazie all' adattamento di Fabrizio Angelini e Gianfranco Vergoni, si trasforma in chiave italiana e contemporanea, anche nelle citazioni, da Suor Germana ad Antonella Clerici, e in un turbinio di performance che vanno dal balletto all'imitazione, per dare vita a una vicenda deliziosamente surreale. «Ho passato gran parte della mia vita insieme alle suore. E la maggior parte di quelle esperienze hanno lasciato bellissimi ricordi. Ho scritto questo spettacolo perché volevo condividere quello che conoscevo come lo humour delle suore», ha spiegato Goggin.
A cominciare dall'antefatto, che non viene rappresentato in scena ma solo raccontato, che vede Suor Giulia preparare per errore una minestra di lumache velenosa e responsabile di una vera strage tra le consorelle; ma le altre non si perdono d'animo dimostrando inventiva, umanità e grande spirito di iniziativa, nel tentativo di raccogliere i fondi per fare i conti con 52 funerali e qualche errore di conto. E per rimediare, eccole impegnate nell'organizzazione di uno spettacolo di beneficenza per raccogliere i fondi necessari per celebrare il funerale delle quattro consorelle che un errore di calcolo non aveva considerato. «Lo spettacolo non è mai volgare o blasfemo - precisa Angelini. Tutti si divertono, compresi alcuni veri frati che sono stati nostri spettatori».
Nunsense...le amiche di Maria
teatro San Babila
fino al 6 maggio
da martedì a venerdì 20-29 euro
sabato e domenica 22-31 euro