«È il tipo di rogo più pericoloso»

L'incendio di un televisore «è tra i più pericolosi che possano verificarsi». A dirlo è il direttore regionale dei vigili del fuoco del Lazio Luigi Abate. «Un impianto tv - spiega - raggiunge anche i 300-350 gradi e avviene così l'autocombustione. Il problema è la mancata areazione del televisore e poi va considerato che ci sono impianti interni e schede che con il surriscaldamento bruciano. Un'altra possibilità è che imploda il tubo catodico «ma questa è un'eventualità meno frequente». I televisori a rischio, avverte Abate, sono «quelli più vecchi ma va fatta comunque sempre attenzione all'areazione, non a caso ci sono delle aperture nella parte posteriore dell'impianto».