Tiscali corre, Seat cade ancora

Titoli bancari in forte recupero

Rimbalzo riuscito per Piazza Affari che ha archiviato la seduta posizionandosi tra i migliori mercati europei della giornata. Il Mibtel ha recuperato l’1,35% a 23.182 punti e lo S&P/Mib l’1,45% a 30.009 punti, in scia anche alle parole del presidente della Bce, Jean-Cluade Trichet, sui tassi. La buona intonazione è stata poi confermata dal positivo andamento di Wall Street, che ha beneficiato del nulla di fatto sul costo del denaro negli Usa. In accelerazione i titoli Telecom Italia (+3,28%) nel giorno dell’incontro a Napoli tra l’ad Franco Bernabè e il presidente dell’Agcom, Corrado Calabrò, che hanno previsto il termine del confronto sulla rete entro fine anno. Nel comparto è tornata a salire anche Tiscali (+1,9%), con Goldman Sachs che ne consiglia l’acquisto. Debole, invece, Fastweb (-1,54%). A trainare il listino è stato comunque il comparto bancario, forte a livello continentale. Bene Unicredit (+1,75%), Intesa Sanpaolo (+2,92%), Mediobanca (+2,52%) e Mps (+3%). Segno più anche per Ubi Banca (+2,55%), Banco Popolare (+3,37%) e la collegata Banca Italease (+2,3%). Tra gli altri titoli, da segnalare il nuovo tonfo di Seat Pagine Gialle (-3,55%) e il calo di Atlantia (-3,14%), nel giorno in cui è stata finalizzata l’uscita dei soci diversi da Sintonia da Schemaventotto. Bene, invece, Autogrill (+2,95%), al fianco di Impregilo (+8,14%) e Luxottica (+7,82%). Segno più anche per Italcementi (+1,48%) e Mediaset (+1,93%). In rialzo le piazze europee. A Parigi il Crédit Agricole ha chiuso con un balzo del 7,3%, a Londra Barclays del 6,5%. A Francoforte Deutsche Postbank (+6,8%) è salita sulle indiscrezioni di un’imminente cessione da parte della controllata Deutsche Post.