Tiscali Meno rosso nei conti trimestrali

Tiscali riduce la perdita nel primo trimestre dell’anno rispetto a un anno fa. Il rosso ammonta infatti a 17,1 milioni di euro, contro un risultato netto negativo per 37,5 milioni al 31 marzo del 2008. Nel periodo in questione i ricavi del gruppo sardo sono scesi del 24% circa, rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente, a 202,6 milioni, di cui 75 milioni derivanti dalle attività italiane. Il rallentamento, spiega Tiscali, «è interamente imputabile alla contrazione della base clienti nella controllata inglese», ceduta nei giorni scorsi a Carphone Warehouse per circa 255,5 milioni di sterline, e ad una «significativa svalutazione del tasso di cambio euro-sterlina, che giustifica la metà della variazione». D’altro canto, «la controllata Tiscali Italia mostra una tenuta delle attività voce e accesso a internet e ricavi stabili su base annua a fronte di un significativo incremento della redditività».