Tiscali, Pompei vicino all’addio

Si affacciano nuovi possibili acquirenti, tra cui Swisscom

da Milano

Tommaso Pompei potrebbe oggi dare l’addio a Tiscali ma per la società «nessuna decisione è stata assunta» sull’eventuale cambio dell’amministratore delegato. Il mercato però sembra credere all’uscita di Pompei che sarebbe la premessa la cessione del gruppo a un operatore telefonico estero. Tanto che ieri il titolo è cresciuto del 5%. Oggi si riunirà il consiglio di amministrazione che dovrebbe nominare il nuovo ad. Il sostituto di Pompei, da tempo in rotta di collisione sulle strategie con il maggior azionista Renato Soru, dovrebbe essere Mario Rosso, già amministratore delegato dell’Ansa e da parecchi anni nel board dell’operatore sardo. E dato che le attività all’estero di Tiscali sono concentrate soprattutto in Gran Bretagna, i nomi che si sono fatti tra i potenziali acquirenti sono quelli di Vodafone, che in Italia ha recentemente acquisito Tele2, ma anche di Wind, che nella penisola sta cercando di conquistare nuove quote di mercato. Tra i possibili pretendenti viene indicata anche Swisscom, che potrebbe voler crescere ancora in Italia dopo l’acquisizione di Fastweb.