Tiscali, ricavi in aumento Cresce l’Adsl

da Milano

Il gruppo Tiscali chiude il 2005 con ricavi per circa 740 milioni, in crescita del 13%, con un risultato operativo lordo (Ebitda) di 116,9 milioni (più 51%) e con una crescita degli abbonati di 682mila unità. La perdita netta si riduce a 36,9 milioni dai 134,1 dell’esercizio precedente. Nel solo quarto trimestre la perdita è stata di 35,4 milioni contro l'utile di 14,4 di un anno prima. Sono i primi dati diffusi in occasione dell’approvazione dei risultati trimestrali, con cui Tiscali in una nota annuncia il raggiungimento degli obiettivi di fine anno annunciati al mercato. Per quanto riguarda il trimestre al 31 dicembre 2005, i ricavi sono ammontati a 200 milioni (più 14% su base annua), l’Ebitda è stato di 32,9 milioni (+3%) e pari al 16% dei ricavi. A fine esercizio la posizione finanziaria netta del gruppo era negativa per 284 milioni ( era negativa per 269 milioni al 30 settembre). Il piano industriale 2006-2008 verrà presentato al mercato entro il prossimo aprile. I nuovi clienti Adsl attivati nel quarto trimestre sono stati oltre 235mila, arrivando a 1,715 milioni di abbonati Adsl (più 16% rispetto al 30 settembre 2005), di cui 365mila clienti in modalità unbundling. Nell’esercizio i ricavi da Adsl sono stati pari a 330,1 milioni, con una crescita del 54% rispetto all’anno prima che ha portato il loro peso al 61% del totale del gruppo.