Tiscali, strappa in Borsa su voci di vendita

da Milano

Seduta brillante, ieri, per Tiscali che però ha perso smalto sul finale dopo essere riuscita a guadagnare fino al 7,3% con un massimo a metà giornata di 1,44 euro e scambi di gran lunga superiori alla media. In chiusura il titolo del gruppo di tlc fondato da Renato Soru ha guadagnato il 2,24% con ben 12,6 milioni di pezzi passati di mano contro 8 milioni di media. A favorire il ritorno della speculazione sul titolo dell’isp sardo sono voci, rimbalzate dalla stampa britannica. Secondo il Sunday Times Carphone Warehouse avrebbe fatto un’offerta per rilevare la divisione britannica dell’isp sardo. L’offerta sarebbe al di sotto di 450 milioni di sterline, cifra inferiore ad altre valutazioni circolate in passato sulla stampa. In occasione della presentazione dei conti semestrali l’8 agosto scorso, l’amministratore delegato Mario Rosso aveva dichiarato che il processo di valorizzazione della società «è complesso» e che «anche a fronte dello stato del mercato, non è possibile individuare scadenze. Quindi, proseguiremo su base continuativa. Abbiamo discussioni in corso sia in Italia sia in Gran Bretagna».