Titoli di Stato in altalena

Giornata a prezzi altalenanti sui mercati europei dei titoli di Stato, in sintonia con gli sviluppi della crisi mediorientale. Nel caso specifico del mercato italiano si guarda con maggiore attenzione allo sviluppo dello spread a 10 anni tra Bund e Btp, che ieri è risalito da 29 a 30 punti base, dopo l’accenno del governatore della Banca d’Italia, Draghi, a evitare che ci sia un allargamento dello spread medesimo. Sul mercato secondario, il Bund ha subito una limatura a 116,13 (meno 3 punti), mentre tra i Btp la serie trentennale arretra di 20 punti.