Titoli di Stato in tensione

È proseguita la tensione sul mercato dei titoli di Stato europei, dopo la conferma che i tassi in Europa non subiranno sostanziali variazioni. Per quanto riguarda lo spread Bund/Btp il rapporto si è ulteriormente ridotto a 22 punti base, un punto in meno rispetto a martedì. Frenetica l’attività del Tesoro, che cerca di ridurre i rendimenti delle nuove emissioni: all’asta del 15 giugno la cedola del nuovo Btp 2010 passerà dal 3 al 2,75%; ma già ieri ha collocato un Bond a 15 anni, di 2 miliardi, con cedola indicizzata al tasso swap, che fa risparmiare al Tesoro 5-6 punti base rispetto al Btp a 15 anni.