Tlc, in crescita banda larga e Umts

Bruxelles

Il mercato italiano delle tlc supera l’esame della Commissione europea. E su questo fronte sono la banda larga e la telefonia mobile a fare la parte del leone. Sono questi gli aspetti principali che emergono dall’undicesimo Rapporto d’ikplementazione sulle comunicazioni elettroniche che sarà pubblicato lunedì prossimo dall’esecutivo comunitario. Per Bruxelles «la crescita del mercato italiano è stata favorita principalmente dallo sviluppo della banda larga e dalle comunicazioni mobili». Per la telefonia cellulare il nostro Paese risulta al secondo posto come tasso di penetrazione nell’Unione, 111%, con un totale di 65 milioni di abbonati (+10% rispetto a ottobre 2004). Bene anche l’Umts dove già ci sono 7 milioni di abbonati. In questo ambito «3» ha aumentato in un anno la sua quota abbonati da 2,8 a 7,35%. In crescita le connessioni a banda larga (più 50%). Telecom inoltre ha diminuito la suo quota nel mercato retail arrivando al 70 per cento.