Tlc Via libera Ue al piano Agcom pro concorrenza

La Commissione europea ha dato l’ok alla bozza di progetto dell’Autorità per le telecomunicazioni italiana, Agcom, per regolare i segmenti terminali delle linee affittate in Italia, a eccezione delle connessioni in cui gli operatori di telefonia mobile hanno replicato le infrastrutture di Telecom o sono in condizione di farlo. In una lettera, la Commissione ha approvato le proposte di Agcom, chiedendo di rimuovere la regolazione solo dopo un periodo di transizione sufficientemente lungo da consentire agli operatori di telefonia mobile di eliminare gli eventuali colli di bottiglia nelle loro reti. «La legge europea sulle telecomunicazioni, quando viene applicata in modo appropriata, porta a investimenti, a una maggiore concorrenza sulle infrastrutture e alle eliminazioni dei monopoli, a vantaggio dei consumatori europei - ha spiegato Viviane Reding, commissario per le Tlc - è quindi una buona notizia per gli stessi consumatori, per le società e per il mercato unico che la riforma europea delle telecomunicazioni rafforzi e guidi la regolazione delle Tlc dei 27 Stati membri».