Tocca il sedere a una ragazza: arrestato

L’uomo, un ucraino, bloccato dagli agenti di una volante

Una «toccatina» al fondoschiena per strada può non portare solo ad un’occhiataccia da parte della legittima «proprietaria». Soprattutto se sta passeggiando con il suo ragazzo e degli amici, e se nei paraggi si trova una volante della polizia. Avrebbe dovuto pensarci Valeriy Tomashuk, cittadino ucraino classe ’73, che la scorsa notte ha allungato un po’ troppo le mani con una giovane in minigonna, in piazza Luigi di Savoia. Era da poco passata l’una quando Valeria, questo il nome della ventottenne milanese, si è sentita improvvisamente afferrare e, giratasi, si è trovata di fronte l’ucraino. Immediatamente, gli amici e il fidanzato dominicano trentatreenne hanno accerchiato il palpeggiatore, mettendo in fuga i suoi compagni e spintonandolo con forza. Sarebbe finita male se non fosse accorsa una volante della polizia che si trovava in pattuglia nelle vicinanze: gli agenti hanno sedato la lite ed è tornata la calma. Tomashuk è stato subito fermato e identificato grazie al passaporto che portava con sé: è un immigrato, senza fissa dimora e senza regolare permesso di soggiorno, pregiudicato per reati da sbandato di strada, quali ubriachezza e oltraggio a pubblico ufficiale. Colto con le mani nel sacco, è stato accompagnato in Questura. La donna ha ovviamente fatto denuncia e ora l’ucraino rischia una condanna per violenza sessuale.