«Togliamo Tursi alla sinistra»

«La battaglia non è affatto persa, siamo convinti che la corsa a Palazzo Tursi sia più che mai aperta. Il centrodestra, insomma, può vincere»: se ne dichiarano assolutamente convinti - e contagiano di entusiasmo - il commissario metropolitano di Forza Italia, Roberto Cassinelli, il capogruppo del partito in Comune, Giuseppe Costa, e Raffaella Della Bianca, fra i più attivi nei seggi della Sala rossa del consiglio comunale. Tutti e tre ieri hanno presentato temi e obiettivi del convegno in programma lunedì, alle 17 e 30, nel Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, dal titolo: «Quale futuro per Genova».
Ci saranno, oltre a Cassinelli, Costa e Della Bianca, anche il deputato azzurro Mario Valducci, il coordinatore regionale del partito Enrico Nan, il responsabile ligure enti locali Michele Scandroglio e il presidente del consiglio di circoscrizione Medio Levante Pasquale Ottonello, oltre a vari consiglieri comunali, provinciali e regionali. Numerosa si annuncia anche la presenza di iscritti e simpatizzanti: «Ne abbiamo la sensazione - sottolinea Costa - in quanto abbiamo verificato un nuovo, accentuato interesse a partecipare alle nostre battaglie». Aggiunge Raffaella Della Bianca: «I cittadini hanno ben presenti i guasti che ha provocato la sinistra di governo locale e nazionale, e hanno capito anche i nostri sforzi per dare a Genova una svolta decisiva in Comune. Per la prima volta, forse, negli ultimi anni abbiamo la netta sensazione che ce la possiamo fare. Anzi, dirò di più: è un dovere, nei confronti della gente, arrivare finalmente a cambiare la maggioranza che regge il Comune». Cassinelli, dal canto suo, insiste sulla «gravità dei problemi creati e ingigantiti dalla sinistra, dai buchi dell’Amt allo smaltimento dei rifiuti, dalle infrastrutture non realizzate ai bilanci disastrosi delle casse comunali, al taglio dei servizi sociali. Pericu e i suoi hanno avuto il tempo di rimediare, e non l’hanno fatto, hanno responsabilità enormi nel declino di Genova. Basta così: se ne devono andare».
Rincara la dose Costa: «Gli elettori sono assolutamente delusi da quello che hanno fatto e continuano a fare i rappresentanti del centrosinistra. Per questo siamo convinti che la loro vittoria non è più così scontata come vogliono farci credere. Il momento è propizio, ma noi dobbiamo presentarci agli elettori compatti e decisi». Di questo e di programma elettorale si parlerà lunedì, nel corso del convegno aperto alla cittadinanza: occasione opportuna, in ogni caso, per mettere a punto le strategie e proseguire il confronto sull'individuazione del candidato della Casa delle libertà per le prossime amministrative di primavera. «Il nome si saprà prima della fine dell'anno e dovrà essere una candidatura condivisa da tutte la forza del centrodestra» specifica ancora Cassinelli. Le priorità individuate da Forza Italia sono, in particolare, il rilancio della crescita demografica, la ripresa degli investimenti, e l'attuazione di una politica sociale che punti non a mantenere l'esistente, ma a migliorare i servizi.