Toh, il Pdl celebra nozze gay

Una trentina di coppie omosessuali si sono «sposate» sabato scorso al Gay Pride di Torino. O meglio, su un carro-altare decorato con fiori si sono scambiate promesse e anelli, nonostante la legge italiana non preveda le unioni gay, un po’ per provocazione un po’ per rivendicare il diritto di sposarsi tra persone dello stesso sesso. Fin qui nulla di nuovo. A fare scalpore sono stati i celebranti, una decina di consiglieri regionali e comunali sia di sinistra sia di destra. Hanno consegnato le pergamene agli sposini, tra gli altri, Andrea Stara e Mauro Laus, consiglieri regionali del Pd, e i colleghi del Pdl Daniele Cantore e Fabrizio Comba. Non sono mancate, naturalmente, le polemiche. Le critiche agli officianti bipartisan sono arrivate da Pd e Pdl. Risponde Cantore: «È ora di mettere da parte i pregiudizi». Mentre Stara riserva una frecciata ai grillini: «Come mai non c’erano? Non sono il nuovo che avanza? E i diritti civili?».
Commenti

cotoletta

Mar, 19/06/2012 - 11:56

e con questa notizia, non solo non voterò più pdl ma toglierò il saluto a tutti i miei amici che continueranno a farfo. sono sicuro che saranno pochissimi, spero nessuno. prego pubblicare, grazie.

cotoletta

Mar, 19/06/2012 - 11:56

e con questa notizia, non solo non voterò più pdl ma toglierò il saluto a tutti i miei amici che continueranno a farfo. sono sicuro che saranno pochissimi, spero nessuno. prego pubblicare, grazie.