Le étoiles della danza mondiale salgono sul palco di Emergency

Immaginate le 26 più importanti étoiles della danza internazionale riunite sullo stesso palco per beneficienza e una madrina d’eccezione come Lola Ponce. Tutto questo sarà «A step for Africa», gran gala internazionale di danza a sostegno di Emergency. Domenica 28, Giornata mondiale del cuore, il Teatro degli Arcimboldi ospiterà la manifestazione il cui ricavato sarà interamente devoluto al Centro Salam di cardiochirurgia di Emergency a Khartoum (Sudan). «Questa è l’unica struttura che offre assistenza altamente specializzata e gratuita a pazienti affetti da patologie cardiache di interesse chirurgico - ha spiegato Teresa Sarti, moglie di Gino Strada -. Per ora i medici sono quasi tutti italiani, ma farmo anche formazione per professionisti locali». Il Centro Salam serve un’area di 11.5 milioni di chilometri quadrati, abitata da oltre 300 milioni di persone ed è il fulcro di una vasta rete regionale di centri sanitari dove – oltre all’assistenza pediatrica – verranno effettuati lo screening dei pazienti da operare e la necessaria assistenza post operatoria. Il gala «A step for Africa» - realizzato anche grazie al patrocinio e contributo di Provincia di Milano e Fondazione Cariplo, e alla concessione gratuita degli Arcimboldi da parte del Comune di Milano - vede la partecipazione straordinaria di étoiles provenienti dalle compagnie internazionali più prestigiose: l’Opéra di Parigi, il Balletto del Bol’šoj di Mosca, il Royal Ballet di Londra, il Balletto Reale Danese, il National Ballet of Canada, il Birmingham Royal Ballet, il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano. Sotto la direzione artistica di Marco Borelli danzeranno stelle quali Svetlana Zakharova, Nikolaj Tsiskaridze, Eleonora Abbagnato, Benjamin Pech, Marta Romagna, Federico Bonelli, Denis e Anastasja Matvienko, Ambra Vallo, Alessandro Riga, Greta Hodgkinson. Lo spettacolo prevede un programma ricco e sofisticato: passi a due e assoli tra i più amati del repertorio classico e moderno, come Don Chisciotte e Il Corsaro di Marius Petipa, L’Histoire de Manon di Kenneth MacMillan, L’Infiorata a Genzano di Auguste Bournonville, Tchaikovsky Pas de Deux di George Balanchine, Narcissus di Kas'jan Golejzovskij. Sarà anche l’occasione per il debutto di nuove coreografie in prima mondiale appositamente pensate per la serata, come la creazione del coreografo Francesco Ventriglia che vedrà protagonista l’étoile Luciana Savignano. Madrina della serata, come detto, la cantante argentina Lola Ponce, che chiuderà il gala con una toccante interpretazione. «Dopo otto anni di carriera mi sono resa conto che il punto di arrivo della mia arte dev’essere l’aiuto per il prossimo - ha detto Lola Ponce -, quindi sono estremamente onorata di essere stata chiamata a partecipare a un progetto così importante che secondo me rappresenta il modo più vero di fare spettacolo».