«Toilette negata a un sordo denuncerò i responsabili»

«Ancora una volta una delle fasce più deboli della nostra società, i sordi, che sono oltre 1 milione, viene colpita da un atto discriminatorio e razzistico come quello di veder negato a un atleta sordomuto, Salvatore Merenda, che mi accompagnava l’uso della toilette in un locale della “civilissima” Liguria». È la denuncia del deputato di An Roberto Salerno, che si sta impegnando per il riconoscimento della Lis, il linguaggio dei sordi, e che annuncia di voler di denunciare alla magistratura i responsabili dell’accaduto.