Da Tokio l’ira di Berlusconi: non dialogo coi giustizialisti

Veltroni attacca e Berlusconi risponde. Il presidente del Consiglio è a Tokio per il vertice del G8. Il segretario del Pd si aspetta come atto di pace il ritiro dell’emendamento «blocca processi». Il premier replica: «Sono altri che soffiano sul fuoco». L'esecutivo è «tranquillo» e quindi «noi continuiamo a lavorare». L'opposizione, per Berlusconi, «ormai è su una linea giustizialista, e la lasciamo lì. Sono tornati indietro di molti anni...». Il clima della politica resta caldo.