«Tolto dall’auto da due giovani che hanno rotto il vetro col cric»

Un miracolo. Due ragazzi che gli si avvicinano mentre lui con l’auto è bloccato in mezzo all’acqua e spaccano il parabrezza con il cric. Poi un attimo dopo la piena che porta via la sua Honda più a valle. «Non so come ho fatto a salvarmi, ringrazio due ragazzi che hanno sfondato il parabrezza e mi hanno aiutato a uscire».
Giovanni De Pellegrini, ex linotipista di un quotidiano ha ancora i brividi addosso. Se non fosse stato per quei due giovani eroi, non sarebbe di certo scampato all'onda di piena che ha invaso il sottopasso di via Canevari, a fianco della stazione Brignole, a Genova, dove ieri il Bisagno ha seppellito sotto un mare di fango e acqua tutto ciò che ha trovato lungo la sua strada. «Avevo appena imboccato il tunnel verso monte - ricorda Giovanni -. Fatti pochi metri l’auto si è bloccata nell’acqua. Non riuscivo più a uscire. Due ragazzi con un cric hanno sfondato il mio parabrezza e mi hanno fatto uscire». Pochi attimi dopo il «miracolo», la piena ha scaraventato la macchina di De Pellegrini fuori dal tunnel decine di metri più a valle, dove sono ammassate altre auto portate dal Bisagno esondato.