"Tom Clancy’s Splinter Cell: Conviction" Una spy story da mozzafiato in videogame

Quinto episodio della saga tratta dai fortunatissimi romanzi di Tom Clancy e David Michaels, che Ubisoft ha commercializzato anche in Italia dopo l’uscita per Xbox 360. “Tom Clancy’s Splinter Cell: Conviction” è stato sviluppato di nuovo da Ubisoft Montreal, che dopo aver lanciato il gioco ed avendo curato la seconda edizione, aveva lasciato il terzo ed il quarto a Ubisoft Shangai. Questo episodio ha sempre come protagonista l’agente dell’NSA Sam Fischer, interessato solo a vendicare la presunta morte della figlia Sarah, e per questo impegnato in una lotta sempre nuova contro Third Echelon e diverse società che tramano contro la sicurezza mondiale. In sintonia con il ritmo da spy-story mozzafiato dei romanzi, si tratta di un gioco che può essere utilizzato in modalità Stealth oppure sparatutto in terza persona, per giocatore singolo o multiplayer on-line: sono stati introdotti per questo episodio alcuni importanti miglioramenti per implementare la giocabilità. La modalità “mark and execute” permette, acquisendo una sorta di punti esperienza, di segnare i nemici in anticipo per poterli eliminare con maggiore rapidità o di creare le condizioni ottimali per combattere: è utilizzabile anche un dispositivo UPN (Ultima Posizione Nota), che traccia la posizione del protagonista presunta dai nemici, che dà vantaggi importanti in modalità “stealth”. La longevità del titolo, e quindi la presenza di tanti giocatori affezionati, è probabilmente mutuata dal successo editoriale. Col progredire della saga è stato possibile visitare diversi luoghi sparsi per tutto il globo, e gli sviluppatori hanno sempre posto una particolare attenzione alla cura dei dettagli nelle ambientazioni. A differenza del quarto episodio “Double Agent”, che aveva classificazione PEGI 16+, “Conviction” è tornato a livello 18+; la maggiore possibilità d’azione si accompagna ad un’accresciuta violenza, che ha convinto le autorità europee a permettere la giocabilità ai soli adulti. Colonna sonora incalzante, ampie possibilità multiplayer periodicamente arricchite e diverse edizioni limitate ne fanno un gioco di successo che non risente della possibile ripetitività: il che permette agli affezionati di accedere ad armi più sofisticate e gadgets originali, magliette e fumetti, dvd con i “dietro le quinte” e interviste con gli sviluppatori. Con la costante supervisione e veloce apporto del portale Ubisoft per qualsiasi problema o curiosità.

Davide Ranzani