Tommy, controllato il computer di papà

Un’altra giornata ad alta tensione quella di ieri a Parma. I genitori del piccolo Tommaso sono stati ascoltati per dieci ore dagli inquirenti. A tutti i familiari del piccolo, anche al fratellino di otto anni, è stato prelevato un campione del Dna. E sotto controllo degli inquirenti è anche il computer portatile del papà del bimbo. I magistrati che indagano sul sequestro hanno chiesto tre giorni di silenzio stampa. Ieri per far liberare il bambino ha lanciato il suo appello anche il Papa: «Liberate Tommaso senza condizioni».