«Tommy non fu ucciso per il pianto»

«A noi non risulta che Tommaso sia stato ucciso perché piangeva». Lo afferma Lucia Musti, pm che indaga sull'omicidio di Tommaso Onofri. L'assassinio del bambino sequestrato a Casalbaroncolo non sarebbe stato un gesto di rabbia incontrollata. Da parte sua Mario Alessi, in un colloquio con il suo avvocato, ha dichiarato lapidario: «Io non l'ho ucciso». Ieri è stato anche arrestato l’uomo che con Alessi violentò una ragazza siciliana. Era ancora libero dopo la condanna.