Tonfo record di Nice (-30%)

Piazza Affari ha contenuto la «correzione» degli indici sul finale di giornata, grazie a un andamento irregolare nei vari comparti del listino. Mibtel e S&P/Mib arretrano dello 0,4-0,5% con scambi che hanno superato gli 8 miliardi di controvalore. Mentre Fiat (meno 4,1%) ha deluso, nonostante la buona trimestrale, lo sprint di Generali (più 2,6%) è dovuto all’interesse per il Leone di Trieste da parte del fondo hedge Tci; bene anche Vittoria assicurazioni (più 2,3%) e Mediobanca (più 1,6%). La buona trimestrale ha spinto Stm (più 4,92%). Trascurati i bancari, realizzati i titoli del gruppo Pirelli e di nuovo tempesta per il settore mutui, con Conafi prestito in calo del 21,5% e Mutuionline del 5,5%. Lo scarso flottante ha penalizzato Nice (meno 30,3%), dopo la revisione al ribasso delle stime di fatturato 2007.