Toni: «Lui ha ragione ma è sbagliato fermare la partita»

«Il razzismo è una piaga. Ma non credo sia giusto fermare la partita». Così Luca Toni dopo il match in notturna all’Olimpico. Il bomber della Fiorentina, alla Domenica sportiva, si schiera contro i fischi a Zoro ma si dice contrario all'interruzione delle partite. Al telefono replica subito Zoro: «Vorrei vedere se certi cori razzisti fossero contro Toni: se non facciamo qualche gesto evidente, questo problema non si risolverà mai». E aggiunge: «Ho fatto quel gesto di prendere il pallone e andar via d’istinto: volevo rispetto. Mi era successo già a Roma».