Tonica Bulgari, scende Impregilo

A Londra a picco British Airways

Piazza Affari archivia una seduta in rosso. Incerto nella prima parte, l’azionario ha preso la china discendente dopo l’apertura negativa di Wall Street nel pomeriggio. In chiusura, l’indice S&P/Mib ha perso lo 0,61%, il Mibtel l’1,06% e l’AllStars lo 0,57%. Dopo il rally dell’altro ieri Fiat è stata colpita dalle prese di beneficio: -4,89%, con scambi per circa 69 milioni di pezzi, contro una media di 42,206 milioni. Buona performance per le banche, decisamente meglio dell’indice europeo di settore. In particolare, Intesa San Paolo ha messo a segno un progresso del 3,34%, con scambi superiori alla media. Tonica Bulgari: +3,52%. La società attiva nella gioielleria, argomenta un dealer, «sfrutta il buon momento del settore lusso, come provano i dati dei competitor europei». In coda al paniere principale si piazza Impregilo -5,57%, in agitazione da un paio di sedute. In lettera gli energetici, colpiti dai ribassi dei prezzi del greggio. Saipem ha perso il 4,5%, nonostante l’annuncio di un contratto da 1,6 miliardi di euro. Tenaris ha ceduto il 4,84% ed Eni il 2,38%. Bene Telecom Italia +1,81%, nella giornata in cui un portavoce ha smentito che il cda dell’8 agosto discuterà l’aggiornamento del piano industriale. Geox ha guadagnato l’1,68%, spinta da una promozione a "buy" di Deutsche Bank.
Chiusura in calo per le principali Borse europee. Il Dax ha ceduto l’1,55%, il Cac40 l’1,38%, il Ftse100 l’1,61%. A Parigi in fondo al listino Peugeot (-7,2%) seguita da Air France-Klm (-5,2%). A Francoforte crolla Daimler (-9,6%) in scia male anche Bmw (-4,4%) e Volkswagen (-2,75%). A Londra a picco British Airways (-8,07%).