Tonino sempre più a sinistra: la voce dell’Idv si fa «verde»

Di Pietro è sceso dal taxi di Veltroni senza neppure un grazie, subito autoproclamandosi «unica opposizione». Casini, per ritagliarsi uno spazio, ha quindi sostenuto che i dipietristi prenderanno il posto della Sinistra che non c’è. Segnali dello slittamento a sinistra dell'Idv ci sono, e non soltanto per i ripescati dal Pd (Giulietti e Pancho Pardi, tanto per dirne due). Nella comunicazione Di Pietro si affida a due professionisti dei Verdi: portavoce di Donadi il brillante Andrea Alicando e di Belisario la brava e avvenente Fabiola Paterniti. Agguerritissimi, erano uno capufficio stampa del Sole, l’altra gran ciambellana dei rosso-verdi al Senato. Rigurgiti dipietristi per Pecoraro? Si dice che, quando sarà defenestrato dal prossimo congresso, il popolare Pecoraro sia già pronto a tornare al vecchio amore, appunto Tonino. Da Pm «io-quello-lo-sfascio» a girotondino del genere: «io-quello-lo-rimetto-in-piedi».