«Tony al telefono era sconvolto»

«Subito dopo le prime notizie ho chiamato Blair al telefono. Era sconvolto, gli tremava la voce, era quasi irriconoscibile». A dirlo è la principessa Irina Strozzi Guicciardini, nobildonna toscana che tante volte ha ospitato Tony Blair e la sua famiglia nella villa di Cusona, vicino a San Gimignano, la località toscana dove il premier britannico ama trascorrere le sue vacanze. «La sua voce - continua la Strozzi Guicciardini - era comunque anche quella di un uomo che non è disposto a cedere».Blair aveva passato qualche giorno a Villa Cusona a maggio, insieme alla moglie Cherie ed all' ultimo figlio, Leo, di cinque anni, dopo una visita ufficiale a Roma, dove aveva incontrato il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.