Topi d’appartamento Arrestati 15 nomadi

Sorpresi da polizia e carabinieri in diversi stabili. Molti di loro vivono nel campo di Baranzate

La solita storia di tutti gli anni. Stavolta, però, costellata di colpi di sceni e successi per le forze dell’ordine. Si sa: quando il «gatto» non c’è i «topi» ballano. Il che significa che le vacanze natalizie vanno di pari passo con i ladri d’appartamento e la loro «attività». Del resto certi periodi dell’anno per chi ruba nelle abitazioni sono come la stagione della caccia per gli amanti dell’arte venatoria: bisogna approfittarne finché si può. Stavolta, però, il finale è stato unico: tutti i topi sono finiti subito in trappola, nelle due notti tra il 30 e il 31 dicembre, nonché tra sabato e Capodanno. E 11 nomadi della ex Jugoslavia (tra cui un minorenne) che risiedevano nel campo di via Monte Bisbino a Baranzate di Bollate, sono stati arrestati dalla polizia. Un'immigrata, minorenne e incinta, è stata denunciata a piede libero: nel suo caso, il furto era stato solo tentato. Successi anche per i carabinieri: tra i 15 arresti messi della notte di San Silvestro, bloccati anche quattro topi d’appartamento. Che con gli undici della polizia, fanno 15 zingari «blindati». Sabato notte, un appartamento al quarto piano in via Stendhal (zona piazza Napoli) sono stati presi dagli agenti, sulle scale, due donne (fra cui la minorenne) e due uomini che avevano ancora i cacciavite con il manico rosso in mano. Verso le 19.30 i malviventi, forzando la porta, hanno fatto troppo rumore e un vicino ha dato l'allarme. Visti i poliziotti, i nomadi hanno tentato di fuggire. Inutilmente.
Identica la dinamica in via Vincenzo Monti. Qui, alle 20 di venerdì 4 donne, insieme a un uomo - riuscito a scappare - sono penetrate in una casa. Hanno preso penne di valore e altri oggetti, ma anche in questo caso un condomino, sapendo che i proprietari erano in vacanza, si è insospettito e ha chiamato il 113. Anche loro sono state bloccate sulle scale.
Altri quattro nomadi del campo di via Monte Bisbino erano stati arrestati, sempre dalla polizia, il 30 dicembre per un furto in appartamento in via Monte Bianco (in zona Lotto). In questo caso l’allarme di casa, collegato con il cellulare del proprietario, è scattato e lo ha indotto a chiamare un vicino perché controllasse cosa accadeva. Questi ha chiamato il 113 e i ladri sono stati bloccati con i gioielli appena rubati.