Il topolino Remy fa diventare realtà i sogni dei bambini

Giovedì (ore 18) al Cineplex l’anteprima di «Ratatouille» a sostegno di «Make a wish»

Un desiderio esaudito per Make a wish che li esaudisce da anni. Pur di strappare un sorriso e acchiappare quel guizzo negli occhi di bambini speciali, per dimostrare che tutto è possibile e che crederci è la forza della vita. Da favola, da bacchetta magica, da Walt Disney Italia che regala a Make a wish e a Genova l'anteprima benefica di «Ratatouille». Giovedì 11 ottobre, ore 18, al Cineplex Porto Antico, sala 6, Magazzini del Cotone: l'avventura animata del topolino Remy e del suo sogno da chef. Disney e Make a wish per la prima volta insieme per donare un pomeriggio di magia e fantasia, per mettere in circolo quel «poco di zucchero» di Mary Poppins, che ti fa strofinare la lampada del genio o agitare la bacchetta perché la zucca diventi carrozza. Ratatouille piomba a Genova per agganciare la onlus e raccontarla nella sua forza dirompente.
Quella con cui ti accoglie Sune Frontani (moglie di Fabio, presidente di Make a wish Italia) nella sede di piazza San Matteo 15. Storia di volontari che raccolgono i sogni-desideri dei bambini colpiti da gravi malattie: «Vedere che un desiderio si realizza ti fa capire che nulla è impossibile, accende la speranza e da la forza per continuare a lottare». Le foto colorate sulle pareti bianche, desideri esauditi, «centotrenta in due anni». Poi il raccoglitore dei sogni colorati, un cartellino, una promessa, un'impresa ciclopica e lieve. Gli occhi di Sune scintillano: «Da tempo siamo in contatto con Disney che negli Stati Uniti da 25 anni è il maggior sponsor di Make a wish. Ha aiutato a realizzare 6000 desideri all'anno nel mondo e ha sempre gestito in maniera eccellente i soggiorni a Disneyland Paris, che equivalgono al 50 per cento delle nostre richieste. E già di questo eravamo felici». Ma l'impegno di Disney verso la onlus cresce e si consolida con la prima a Los Angeles de «I Pirati dei Caraibi»: raccolgono un milione di euro, tutto per i ragazzini di Make a wish. «Il 14 agosto mi comunicano che l'anteprima benefica di Ratatouille per l'Italia sarà a Genova. Una gratificazione per le tante persone che ci hanno aiutato e per i nostri sponsor, fra cui ci sono molti genovesi». È l'anno della svolta, con Disney «che ci ha proposto di continuare a collaborare e chissà che non spuntiamo altre anteprime». In corridoio ancora foto: «Cassano è stato il primo ad esaudire un nostro desiderio. Ricordo quando gli abbiamo portato Josip a Roma e lui, nonostante la febbre alta, è rimasto col bimbo per oltre un'ora». Piccole grandi storie sfiorate: una fanciulla abbracciata a George Clooney, un ragazzino accanto a Valentino Rossi o ad Alex Del Piero o a Batista. Camion pieni di giocattoli e palloncini o le Winxs che volteggiano in una stanzetta d'ospedale per Vanessa. Un giovanottino che pilota il volo Alitalia Roma Genova, il ragazzino in Scozia nel castello di Harry Potter, a cantare con Andrea Bocelli o a vedere la balena al largo di Sanremo. È la fotogallery del possibile, nulla è reale e tutto è reale. L'anteprima nasce da tutto questo: spostare l'attenzione sui bambini meno fortunati e far conoscere meglio le attività dell'associazione.
Ed ecco la storia di Remy che sogna di diventare un grande cuoco, contro le aspirazione della famiglia e dell'essere topo; le avventure rocambolesche che scuotono il mondo culinario parigino e il senso finale di una storia che screma sui valori forti della vita, su Remy che trova ciò di cui ha bisogno, un amico che creda in lui. Un film diretto da Brad Bird che nella versione italiana regala il cammeo d'eccezione di Gualtiero Marchesi. Ma «non si può vedere questo film senza aver fatto una golosa merenda con noi - stuzzica Sune - l'appuntamento è al museo Luzzati a Porta Siberia, Area Porto Antico 6, sempre giovedì dalle 16 alle 17.15». I biglietti non sono in vendita, «li distribuiamo gratuitamente fino ad esaurimento posti (tel 010/8681336). Durante la proiezione chi lo desidera potrà devolvere un'offerta destinata alla realizzazione dei desideri dei nostri bambini».
Mica finita: «Nei prossimi giorni andrà all'asta su E-bay per Make a wish uno speciale coffee table book, che Disney ci ha donato, sulla preparazione del film. Oggetto da collezionisti con 159 pagine per 2 chili e mezzo di foto, schizzi originali (alcuni sono del genovese Enrico Casarosa) e gli autografi del regista Disney Pixar premio Oscar Brad Bird e John Lasseter, premio Oscar e Ceo di Pixar». Le spese dell'evento le copre Disney, Cineplex mette a disposizione gratuitamente la sala e Sune e gli altri ne curano l'organizzazione con il sostegno di Comune e Provincia. «Ci siamo quasi, un lavoro immane» si lascia sfuggire. Ma quella sala piena non se la farà sfuggire. Per Make a wish, per una bocca aperta o un guizzo che colora i giorni e i sogni.