Torben Grael: «La barca c’è, possiamo batterli»

Nell’altra sfida di semifinale della LV Cup, Emirates supera gli spagnoli di Desafio col re velista Juan Carlos a bordo

da Valencia

«Non mi sembra che la velocità delle barche sia molto diversa, abbiamo resistito bene di bolina, navigando alla pari mentre gli americani avevano più vento. La barca c'è, possiamo vincere, possiamo batterli, ci crediamo. Bisogna navigare bene». Il tattico di Luna Rossa Torben Grael era ieri a suo agio in una giornata in cui «conta di più cercare il vento che controllare l'avversario. Non puoi navigare in poppa con il nemico vicino. Finisce che ti sorpassa». Infatti alla fine della prima poppa è stato il timoniere di Luna Rossa James Spithill a sbrigarsela dopo il prodigioso recupero americano, spinto da raffiche a 18 nodi che Luna Rossa non aveva. Il duello ravvicinato finirà spesso nei replay. «Quella manovra ha deciso la regata» commenta il navigatore Usa Peter Isler. «È stata una questione di metri e potevamo passare noi». Prosegue Torben: «Abbiamo regatato in condizioni particolari, dove contava di più saper navigare che la velocità della barca, il vento saltava anche di 50 gradi, la pressione era molto diversa con il vento a macchie. Una giornata rara, è previsto il ritorno della brezza di mare».