Torino, donna uccisa: fermato il convivente

Il cadavere della donna è stato trovato ieri sera, fasciato in un telo di nylon, in un cortile con il cranio fracassato. I carabinieri di Torino hanno fermato il convivente della vittima

Torino - I carabinieri del nucleo investigativo di Torino hanno fermato nella notte per indiziato di delitto un 35enne disoccupato di Grugliasco, vicino al capoluogo, del quale ancora non si conoscono le generalità, ritenuto il responsabile dell’omicidio di Licia Acquarone, la 46enne trovata cadavere ieri sera in un sacco nel cortile condominiale di largo Nicola Fabrizi 110. Nell’appartamento della donna nel tardo pomeriggio di ieri ci sarebbe stato un forte litigio: l’uomo ha negato tutto davanti ai Carabinieri, ma a pesare sulla sua posizione ci sarebbero delle testimonianze che lo avrebbero visto trascinare per le scale del condominio un grosso sacco. La donna è stata trovata avvolta in una coperta, nel sacco, con la testa fracassata.