Torino, il gioielliere spara: morto uno dei rapinatori Avevano pistole giocattolo

Dopo una colluttazione, il gioielliere ha sparato una sola volta colpendo il rapinatore al
braccio, proprio all’arteria omerale.
L’uomo, insieme al complice, ha tentato di fuggire ma si è
accasciato subito dopo

Torino - Un rapinatore morto e un suo complice arrestato. E' il bilancio di una rapina con vittima avvenuta a Torino, nel quartiere San Salvario. A sparare contro il rapinatore, di nazionalità italiana come il complice arrestato dai carabinieri, è stato il gioielliere Pierangelo Conzano che era stato preso di mira dai due.

Una rapoina finisce in tragedia E' morto per un solo colpo, fatale, Francesco Procopio, il rapinatore di 35 anni ucciso questo pomeriggio. A quanto si apprende i due avevano due pistole giocattolo e, sembra dopo una colluttazione, il gioielliere ha sparato con una beretta calibro 9x21 una sola volta colpendo il rapinatore al braccio, proprio all’arteria omerale. L’uomo, insieme al complice, ha tentato di fuggire ma si è accasciato poche centinaia di metri dopo ed è morto nonostante l’intervento dei sanitari del 118 che hanno tentato di rianimarlo. Sul posto sono presenti i carabinieri del Comando provinciale di Torino che hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza della gioielleria. Del caso si occupa il sostituto procuratore di Torino Marco Sanini.