A Torino L’«innovatore» Chiamparino ripesca Fassino

L’«innovatore» Sergio Chiamparino fa retromarcia. E dopo una serie di dubbi, torna definitivamente al vecchio. Il sindaco di Torino del Pd in vista della sua successione pensava a un’alleanza civica per sostenere la corsa del candidato Francesco Profumo, direttore del Politecnico. Ma ora ha cambiato idea, ventilando un bel «déjà vu», con il possibile ritorno dell’ex leader Ds, Piero Fassino. «La candidatura di Profumo - spiega in un’intervista alla «Stampa» - oggi è diventata di parte». Se decide di correre «deve sapere che lo fa in un clima di tensione tra i partiti e dentro i partiti». Ma se si tira indietro? Ecco arrivare, nel nome dell’«innovazione», un lancio al vecchio compagno: «Se Fassino confermerà la sua disponibilità, io sarò con lui».