Da Torino a Lisbona con movimenti interiori

Il Balletto-teatro della città piemontese domani con la Companhia Portuguesa

Dopo l’étoile Roberto Bolle, la Martha Graham Dance Company e il Silvie Guillem-Russell Maliphant, il calendario della rassegna «Tersicore - Nuovi spazi per la danza» propone un altro prestigioso appuntamento. Domani 11 aprile, alle ore 21, sul palcoscenico dell’Auditorium Conciliazione si esibiranno due formazioni di spicco nel panorama della danza internazionale: il Balletto Teatro di Torino e la Companhia Portuguesa de Bailado Contemporaneo. Guidata dal 1999 dal coreografo Matteo Levaggi, la compagnia di balletto torinese presenterà Canto bianco in un momento di orizzonte verticale, composizione commissionata ad hoc dalla Biennale Danza e proposta a Venezia, in prima assoluta, lo scorso giugno. Si tratta di un lavoro composto di tre momenti distinti (attesa, realizzazione, e chiusura) caratterizzati da un forte dinamismo interiore ed esteriore. «È come un disegno fatto di piccoli dettagli in opposizione ai suoni e allo spazio bianco enorme, che a sua volta contiene i danzatori - spiega Levaggi - e in cui si rintracciano le loro linee di sviluppo interiore». La coreografia è costruita sulle sonorità di Steve Reich, Ryoji Ikeda, e David Lang. Fluidità ed energia contraddistinguono anche la giovane (è nata nel 1999) Companhia Portuguesa de Bailado Contemporaneo, che si esibirà nella seconda parte del programma. Diretta da Graça Barroso e dal maestro Vasco Wellekamp, la Cpbc proporrà Requiem, una creazione ispirata all’ideale del sentimento amoroso infuso nel pentagramma di Benjamin Britten. Pezzo che i danzatori, attraverso la pesante scansione ritmica dell’opera, eseguiranno immersi in un’atmosfera dolente fino alla fine. «Requiem - spiega Wellekamp - è nato dagli stati di dolore, terrore, compassione e aspirazione all’amore eterno che Britten mi ha ispirato». Info: www.auditoriumconciliazione.it, tel. 800907080.