Torino, via Novellino Ritorna De Biasi

Il presidente Cairo comunica ufficilamente l'esonero. Al suo posto torna per la terza volta De Biasi. Il numero uno granata: "E' l'uomo giusto per noi"

Torino - Monzon va giù come un groggy qualunque. Ma se negli ultimi sei round prendi una tempesta di cazzotti e riesci a metterne a segno solo uno, non puoi pretendere che poi dall'angolo non gettino la spugna. Traduzione: Walter Alfredo Novellino da oggi pomeriggio alle 15 non sarà più l'allenatore del Torino. Per le ultime cinque partite sulla panchina granata tornerà Gianni De Biasi, l'uomo delle missioni impossibili del presidente Urbano Cairo. C'è da riportare la squadra immeditamente in serie A (stagione 2005-'06)? Ecco De Biasi. C'è da salvare una stagione storta (stagione 2006-'07)? Via Zaccheroni, chiamato tre giorni prima del via, dentro sempre De Biasi. In quetso caso l'allenatore deve liberarsi dal contratto che lo lega al Levante. La seconda squadra di Valencia che ha preso per strada già ultima in classifica e non è riuscito a risollevare se non dal punto di vista del morale, causa anche molte mensilità ancora non liquidate. Proprio questo problemino di valuta contante ha avvicinato l'ex tecnico alla sua panchina granata.

Missione salvezza Novellino paga la mancanza di risultati. Solo sei vittorie in tutto il campionato di serie A (33 giornate in totale). Le cinque sconfitte nelle ultime sei gare. Soprattutto le ultime due: 0-1 contro l'Empoli all'Olimpico al 42' del secondo tempo dopo una miriade di occasioni da gol divorate; un remissivo 3-0 a Genova contro i rossoblù, quasi senza tirare in porta. L'ex tecnico doriano paga anche una classifica pericolosissima a cinque giornate dalla fine: solo quattro punti di vantaggio sul terz'ultimo posto e un calendario da brividi (Inter, Roma, Napoli, Livorno, Fiorentina). Ieri al centro Sisport è arrivata anche la contestazione della tifoseria. E Cairo, da sportivo scaramantico, ha toccato ferro e chiamato l'amuleto. Tanto era in saldo.

De Biasi "Avendolo già avuto per un anno e mezzo, ne conosco e ne ho verificato le importanti qualità: è un uomo d’esperienza e concretezza e sa motivare i giocatori, quindi è la persona giusta" ha detto Cairo. "Riprendiamo il nostro rapporto come non ci fosse mai stata una interruzione. In passato ci sono stati anche momenti in cui non siamo stati in sintonia, ma ci siamo ritrovati subito. Abbiamo firmato ieri notte alle tre". Cairo spiega che De Biasi potrà essere anche l’allenatore del futuro: "Il rapporto è destinato a prolungarsi, ad andare oltre queste cinque partite che rimangono prima della fine del campionato, ma si tratta di un progetto evidentemente subordinato alla conquista della salvezza".