A Torino si cerca una famiglia per il piccolo Giorgio

da Torino

Lascerà presto l’ospedale Santa Croce e sarà portato in una comunità di accoglienza per l’infanzia Giorgio, il piccolo di due anni abbandonato lunedì scorso in un ipermercato di Nichelino. Il trasferimento dovrebbe avvenire entro i primi giorni della prossima settimana. Il Tribunale nominerà un tutore legale. Centinaia di famiglie torinesi hanno chiesto di adottarlo, ma per il via libera si aspetta la pronuncia dei giudici. Più breve potrebbe essere l’affido. Sfumata la speranza di dare un’identità al piccolo: giusto il tempo di verificare l’attendibilità di una segnalazione giunta da Budapest. Dopo aver visto il telegiornale, una donna ungherese ha creduto di riconoscere Dominique, 3 anni e mezzo, scomparso nei primi giorni di agosto. Una falsa pista. Così, Giorgio trascorre le sue giornate nel reparto di pediatria dell’ospedale Santa Croce. Dorme, mangia, gioca con le infermiere. Non parla, si esprime solo con borbottii e suoni incomprensibili. E aspetta che qualcuno vada finalmente a prenderlo.