Torna la Champions: il Milan riparte dal portafortuna Manchester

Gli ottavi di finale di coppa Campioni, spalmati quest'anno in quattro giornate, si aprono con una classica del calcio europeo. E quando i rossoneri hanno trovato lo United sono sempre arrivati in finale. A San Siro gli inglesi non hanno mai vinto e nemmeno segnato

Torna la Champions league con gli ottavi di finale spalmati su quattro giornate sia all'andata che al ritorno e con sfide già di grande prestigio con Milan-Manchester United (10 coppe in due) che spicca su tutte le altre. E, tra l'altro, si parte domani proprio con questa grande sfida, in contemporanea con Lione-Real Madrid. Mercoledì tocca a Bayern-Fiorentina e Porto-Arsenal, mentre l'Inter (contro il Chelsea) sarà di turno la prossima settimana.
Milan-Manchester, oltre ad opporre due tra le squadre più titolate del continente, è una grande classica: quello di domani sera (ore 20.45) è il quinto confronto tra le due squadre e i quattro precedenti sono stati tutti favorevoli ai rossoneri. Non solo, ma lo United ha sempre portato fortuna al Milan che, dopo aver superato gli inglesi, ha sempre raggiunto la finale di coppa Campioni.
Il primo confronto risale a più di cinquant'anni fa, coppa Campioni 1957-58, semifinali: gli inglesi vincono l'andata 2-1, ma a San Siro, il 14 maggio '58, è goleada rossonera, un 4-0 firmato da Schiaffino (2' e 76'), schieratyo nell'insolito ruolo di centravanti, Liedholm su rigore (50') e Danova (68'), autore di un gol memorabile. Il Milan, allenato da Gipo Viani, gioca con Buffon, Fontana, Beraldo, Bergamaschi, Zannier, radice, Danova, Bredesen, Schiaffino, Liedholm e Cucchiaroni. Il manchester di Matt Busby rispondeva con Gregg, Foulkes, Greaves, Goodwin, Cope, Crowther, Morgan, taylor, Webster, Viollet, Pearson. Il Milan approda così alla sua prima finale europea che poi perderà contro il Real Madrid.
Undici anni dopo, il 23 aprile 1969, il Milan ospita di nuovo il Manchester. E vince 2-0, sempre in semifinale di coppa Campioni, con le reti di Sormani (33') e Hamrin (49'). È il Milan di Rocco che schiera Cudicini, Anquilletti, Schnellinger, Rosato (G.Maldera), Malatrasi, Trapattoni, Hamrin, Lodetti, Sormani, Rivera (Fogli) e Prati. Il Manchester, campione d'Europa in carica e sempre guidato da Busby, si affida invece a Rimmer, Brennan, Fitzpatrick, Crerand, Foulkes, Stiles (Burns), Morgan, Kidd, B,Charlton, Law e Best. Un Manchester grandi firme (tre Palloni d'oro in campo) che non basta a fermare i rossoneri, nonostante la vittoria al ritorno (1-0). E il Milan vincerà poi anche la finale con l'Ajax al Bernabeu.
Per ritrovare questa grande sfida europea bisogna poi saltare all'8 marzo 2005, sempre Champions, ma questa volta si tratta di ottavi di finale (come domani). Il Milan ha già vinto l'andata 1-0 e si ripete a San Siro con lo stesso marcatore, Hernan Crespo (61'). Il Milan di Ancelotti è in campo con Dida, Cafu, Nesta, Stam, Maldini, Gattuso (Costacurta), Pirlo, Seedorf, Kakà, Rui Costa (Dhorasoo) e Crespo. Il Manchester di Alex Ferguson schiera invece Howard, Brown (Smith), Ferdinand, Silvestre, Heinze, Keane, Scholes, Ronaldo, Rooney, Giggs (Fortune) e Van Nistelrooy. Il passaggio del turno spalanca al Milan la strada della finale, ma a Istanbul si fermerà poi davanti al Liverpool.
L'ultima sfida è del 2 maggio 2007, di nuovo in semifinale. I rossoneri sono reduci dal 3-2 subito a Old Trafford, ma ribaltano la situazione con uno straordinario 3-0, una delle partite più spettacolari del Milan di Ancelotti. Segnano Kakà (11'), Seedorf (30') e Gilardino (78'). Rossoneri schierati con Dida, Oddo, Nesta, Kaladze, jankulovski, Gattuso (Cafu), Pirlo, Ambrosini, Seedorf, Kakà (Favalli), Inzaghi (Gilardino). Il Manchester di Ferguson risponde con Van der sar, O'Shea (Saha), Brown, Vidic, Heinze, Fletcher, Carrick, Cristiano Ronaldo, Scholes, Giggs, Rooney. Milan ancora in finale, e questa volta per la rivincita sul Liverpool e il settimo trionfo europeo.