Torna la «coppia del mistero». I loro libri, bestseller all'estero, sono «spariti» in Italia

Rita Monaldi e Francesco Sorti, marito e moglie, scrivono libri di grande successo nel mondo ma che da noi nessuno pubblica. Il loro primo thriller storico, uscito nel 2002, fu subito ritirato dalle librerie. Parla di lontani e oscuri «affari» della Chiesa... Ora arriva il nuovo romanzo: «Mysterium»

Rita Monaldi e Francesco Sorti, oltre che marito e moglie, sono una coppia di scrittori di romanzi gialli storici. Una strana coppia. Perché i loro libri hanno un successo strepitoso in Europa e non solo, ma in Italia - pur essendo italianissimi - non li conosce (quasi) nessuno. Autori di bestseller all'estero ma snobbati in patria, dove semmai la popolarità della coppia esiste "per difetto", ossia per omessa pubblicazione del primo romanzo «Imprimatur», tradotto in 26 lingue e venduto in due milioni di copie nel resto del mondo. Nel 2002 infatti «Imprimatur», inizialmente uscito da Mondadori, fu dichiarato fuori catalogo poco dopo la pubblicazione. A sentir loro sparì dalla circolazione "misteriosamente"... Perché? Il mistero si spiegherebbe col soggetto del romanzo (che ha come protagonista, che torna nei successivi libri della saga, l'abate Atto Melani, vissuto tra il 1626 e 1714, cantante castrato, diplomatico e spia, amico di papi, principi e re) che farebbe luce su un capitolo buio della Chiesa...
Il romanzo «Imprimatur» narra di come Papa Innocenzo XI della famiglia di banchieri Odescalchi, e grande sponsor della campagna dell'Occidente contro l'offensiva ottomana e l'attacco turco a Vienna nel 1683, finanziò l'ascesa del protestante olandese Guglielmo d'Orange al trono di Londra, aprendo così la strada allo scisma nella Chiesa. Sarebbe stato l'unico modo di riavere indietro le ingenti somme di denaro prestate al principe olandese d'Orange dal Cardinale Benedetto Odescalchi prima di diventare Papa. Il processo di beatificazione di Innocenzo XI, il cui contributo a fermare i turchi in Europa fu decisivo, cominciò con Pio XII nel 1956. Dopo l'attacco alle Torri Gemelle dell'11 settembre 2001,il Vaticano diede nuovo impulso all'iter di canonizzazione, che ancora però è in standby.
Il libro comunque - vera o falsa che sia la teoria del complotto ai danni della coppia - divenne un caso editoriale, presentato tra grandi attenzioni alla Fiera del libro di Francoforte nel 2006. Dei due autori - pubblicati in Germania dal gigante Rowolt - la stampa estera ha parlato molto, presentandoli addirittura come gli eredi di Umberto Eco. I successivi libri dei due autori («Secretum» uscito nel 2005 e «Veritas» nel 2006) sono stati tradotti e pubblicati esclusivamente da case editrici straniere, ma nel silenzio di quelle italiane. Nel 2006 l'editore olandese della coppia, De Bezige Bij, ha addirittura realizzato un'edizione speciale a tiratura limitata in italiano di «Imprimatur»...
Intanto, Rita Monaldi e Francesco Sorti, dal loro "autoesilio" a Vienna, dove vivono ormai da anni delusi dall'Italia, stanno lavorando al loro nuovo libro, «Mysterium», anch'esso ambientato nel '600 e con protagonista l'abate Atto Melani. Preferiscono non parlare di esilio o complotto, ma hanno ricostruito con la giornalista italiana dell'Ansa Flaminia Bussotti l'iter sfortunato del loro primo romanzo: «Imperialismo culturale», azzarda Rita Monaldi, aggiungendo che da tempo, benché ex giornalisti entrambi, lei e il marito hanno chiuso con radio, tv e giornali. Nella loro villetta viennese stile "fin de siècle", la coppia si è costruita un ritiro d'altri tempi (il loro studio è una mansarda tappezzata di libri e documenti incluse le edizioni dei loro romanzi in tutte le lingue). Anche loro sembrano usciti dalle pagine di «Imprimatur»: lei una damina diafana con dominante cromatica, dai capelli al vestito che indossa, rosso tiziano. Lui, aspetto da dotto bibliotecario, potrebbe confondersi col protagonista del romanzo, l'abate Atto Melani. Il titolo del loro ultimo romanzo, quarto della serie, è «Mysterium». L'eroe è sempre Melani ritratto non nella maturità, come negli altri romanzi, ma da giovane. Chissà se chiarirà il mistero. Per leggerlo bisognerà aspettare ottobre 2010. In Olanda, però.