Torna dalla Germania e scopre che il suo campo vale 600mila euro

Ottiene un contributo dalla Ue per colture biologiche senza aver mai fatto domanda

da Barrafranca (Enna)

Una emigrata siciliana in Germania ha scoperto di avere richiesto circa un anno fa all’Unione Europea dei contributi per la coltura biologica nel suo appezzamento di terreno di Barrafranca, in provincia di Enna. La donna, Agnese B. di 31 anni, risiede a Colonia dove lavora da tempo e solo per le vacanze estive rientra nella sua città natale. Appena tornata in paese, ha ritirato la posta notando subito quella che aveva quale mittente l’Unione Europea. Inizialmente, Agnese ha pensato a qualche trovata pubblicitaria, ma una volta letto attentamente il foglio ha capito che qualcuno aveva utilizzato i suoi dati per ottenere un contributo comunitario. La donna ha immediatamente sporto denuncia, perché su quelle documentazioni c’erano delle firme apposte da qualcuno al suo posto e dunque del tutto false. Qualcuno, durante la sua assenza, avrebbe addirittura richiesto i documenti necessari al Comune utilizzando i suoi dati.
L’autore della truffa aveva presentato richieste di contributi alla Comunità europea dove si dichiarava che il terreno di sua proprietà era stato utilizzato per la coltura biologica. La somma? Seicentomila euro. La donna ha fatto anche delle ricerche approfondite al Comune e si è resa conto che c’erano delle persone, che la conoscevano bene e sapevano che lei si trovava in Germania, che hanno richiesto i contributi comunitari visto che il suo terreno veniva additato come zona di coltura biologica. Tutte circostanze ovviamente non vere. La Guardia di finanza di Piazza Armerina ha preso atto della denuncia e ha avviato le indagini per riuscire a individuare la persona o le persone, che avevano falsificato la firma di Agnese e che richiesto illecitamente dei contributi alla Unione europea. Le fiamme gialle stanno effettuando accertamenti in tutti gli uffici dove sono state richieste o presentate le documentazioni per ottenere i contributi comunitari.