Torna Golosaria, la «tre giorni» delle eccellenze alimentari

Una «tre giorni» all’insegna del (buon)gusto. Anche quest'anno, Golosaria accende i riflettori del gusto sotto la Madonnina. Dal 7 al 9 novembre, la kermesse di Papillon approda all'Hotel & Convention Center Melià (via Masaccio 19, Mm1 Lotto) per parlare delle eccellenze agroalimentari italiane, ma non solo. Il tema di questa quarta edizione è infatti la cucina dell'integrazione a Milano, in vista dell'Expo 2015. Ma Golosaria sarà soprattutto vetrina d'eccellenza delle produzioni artigianali nazionali. Così, i 100 migliori Artigiani del gusto selezionati dal Golosario 2010 di Paolo Massobrio esporranno le loro prelibatezze e, come di consueto, non mancheranno i Top Hundred, ovvero i 100 migliori vini d'Italia selezionati da Paolo Massobrio e Marco Gatti, in degustazione nell'enoteca curata da Fabio Scarpitti. E ancora: i banchi di assaggio dei piatti della tradizione lombarda con la partecipazione delle Province di Milano, Lecco, Sondrio, Mantova, Pavia e della Strada del vino San Colombano e dei Sapori lodigiani; le lezioni di Orto sul balcone con Regione Lombardia Agricoltura e la lezione popolare di cucina curata da Claudio Sadler. Con Comune di Milano e Camera di commercio, proseguirà il dialogo avviato in questi quattro anni sull'affermazione di un'identità che passa attraverso i cibi e i piatti che in questa città, unica in Italia, sono contrassegnati dalla DeCo (Denominazione Comunale). Ma l'imminenza di Expo porterà Golosaria a una riflessione anche sulla cosiddetta integrazione alimentare tra territori differenti ma compatibili. Domenica 8 protagoniste della rassegna saranno le premiazioni dei Top Hundred 2009, mentre lunedì 9 si terrà la presentazione della VIII edizione della GuidaCriticaGolosa alla Lombardia, con il riconoscimento ai migliori locali e ai migliori artigiani delle varie province. Per accedere a Golosaria, scaricare l'invito dal sito internet www.golosaria.it.