Torna la grande vela nelle acque di Marina di Scarlino

STEINER X-YACHTS MEDITERRANEAN CUP. Da mercoledì prossimo fino al 3 settembre grande sfida internazionale tra le 60 barche del cantiere danese. L’edizione 2011 sarà arric­chita da alcuni eventi prestigiosi, dan­do vita a un vero e proprio spettacolo sull’acqua

Conto alla rovescia per la «Steiner X-Yachts Mediterranean Cup 2011» che prenderà il via il 31 agosto (fino al 3 settembre) a Marina di Scarlino, nel cuore della Maremma Toscana, dove già lunedì sono attese 60 imbarcazioni del cantiere danese X-Yachts. Dopo la pausa estiva, quindi, sul Tir­r­eno toscano torna la grande vela inter­nazionale. L’edizione 2011 sarà arric­chita da alcuni eventi prestigiosi, dan­do vita a un vero e proprio spettacolo sull’acqua. Quattro le regate previste nell’ambi­to della manifestazione: il Campiona­to del Mondo classe X- 41, il Campiona­to Italiano della classe X-35, la X-Yachts Mediterranean Cup Sport Di­vision e la X-Yachts Mediterranean Cup Family Division. La «Steiner X-Yachts Mediterra­nean Cup » è organizzata dal Club Nau­tico Scarlino e da Marina di Scarlino, in collaborazione con X-Yachts Italia e con la partnership di Steiner. Tra gli X-35 iscritti al Campionato Italiano, particolarmente attesi «Lelagain» del sanremese Alessandro Solerio, vice campione del mondo di classe in cari­ca, «Hotelplan Spirit of Nerina», recen­te vincitrice del campionato europeo, «Tixelio» di Carlo Brenco e «Karma» di Vladimiro Pegoraro. Le regate del Campionato del Mon­do X- 41 saranno avvincenti e combat­tute con la partecipazione di equipag­gi di diverse nazioni tra cui i giappone­si di «Irresistibile 4» e i croati di «Tech­nonicol » e il team di Mascalzone Lati­no ( armatore Gianclaudio Bassetti, ar­matore timoniere Vincenzo Onorato), di «Sideracordis» di Pier Vettor Grima­ni e di «Le Coq Hardy» dei fratelli Pave­si. Sulle barche un parterre di campio­n­i italiani e stranieri tra i quali Tomma­so Chieffi sull’X-35 «Margherita», Branko Brcin su «Readyxsea», l’ex di Alinghi Lorenzo Mazza, sull’X-41 «Le Coq Hard», Flavio Favini, Paolo Seme­raro e Lars Borgstrom su «Raffica». Tante anche le imbarcazioni della Sport Division, che comprende anche un raggruppamento di barche oltre i 50 piedi (15 metri) di lunghezza tra cui anche ben sei X-55 e quelle della Fami­ly Class. Il Comitato di Regata del Club Nauti­co Scarlino allestirà due campi di rega­ta utilizzando le isole dell’arcipelago Toscano come boe naturalisullo sfon­do dell’Elba. Gli organizzatori utilizze­ranno tutti i più moderni sistemi per la comunicazione dell’evento tra cui un canale dedicato youtube mentre foto, interviste e commenti dei protagonisti saranno postati su Facebook e Twitter. Per ulteriori informazioni: www.ma­rinadiscarlino.com
NuPag