Torna la Madonna più famosa

Una delle immagini religiose più popolari (e copiate) dell'arte rinascimentale, la «Madonna col bambino e due angeli» di Filippo Lippi (1406-1469), è stata restaurata e verrà esposta nel prossimo mese in una sala della Galleria degli Uffizi insieme al disegno preparatorio. Visibile, inoltre, sul retro del dipinto, uno schizzo originale a carboncino raffigurante un volto di fanciulla. L’opera, del 1467, è molto conosciuta poiché nel corso dei secoli è stata tra quelle più riprodotte in santini, libri, arredi, quadri ed altri oggetti, insieme alla «Madonna del Granduca» e alla «Madonna della Seggiola», opere di Raffaello conservate alla Galleria Palatina di Firenze, ed alla «Vergine Annunciata» del Beato Angelico (Museo di San Marco).
Il restauro dell’opera del Lippi ha fatto ritrovare una pittura chiara e luminosa, simile a quella originale, ed ha ottenuto, tra l’altro, un importante recupero dell’azzurrite del manto della Madonna. I risultati sono stati presentati dal soprintendente Antonio Paolucci, dalla presidentessa degli Amici degli Uffizi Maria Vittoria Rimbotti, dal direttore del dipartimento di pittura medievale e del primo '400 degli Uffizi Alessandro Cecchi, e dal restauratore Daniele Rossi. Costo dell’operazione, 20mila euro.