Torna Matrix. Conduce Alessio Vinci corrispondente dall'Italia per la Cnn

Dopo l'uscita di scena di Enrico Mentana la conduzione, fino al termine
della stagione, è affidata al capo dell’ufficio romano della Cnn

Roma - La trasmissione Matrix, l’approfondimento giornalistico di Canale 5, tornerà in onda martedì 24 febbraio prossimo dopo la pausa prevista per questa settimana dovuta al festival di Sanremo. Resta confermata la cadenza di tre seconde serata alla settimana. La conduzione, fino al termine della stagione, è affidata ad Alessio Vinci, giornalista, capo dell’ufficio romano della Cnn e corrispondente della rete all-news per l’Italia. A coordinare la redazione al fianco di Vinci sarà Alessandro Banfi, vicedirettore di Videonews, tra i primi curatori del programma con Enrico Mentana e già vicedirettore del TG5.

Lavora per la Cnn dal 1989 Alessio Vinci, 40 anni, lavora come giornalista alla CNN dal 1989. Per il servizio internazionale dell’emittente ha coordinato e prodotto le dirette televisive durante la prima guerra del golfo, nel 1991.

Una brillante carriera Vinci ha ricoperto il ruolo di corrispondente da Berlino e successivamente da Mosca, vivendo in prima persona e raccontando nei suoi reportage tutti i principali eventi accaduti nella regione in quegli anni, dal crollo del comunismo alla guerra in Cecenia. Come capo dell’ufficio di corrispondenza della Cnn a Belgrado ha seguito la crisi Nato-Yugoslavia del 1999 e la caduta di Slobodan Milosevic. Come inviato ha prodotto numerosi servizi sul crollo delle torri gemelle di New York, nel 2001, seguendo poi le truppe americane in Afghanistan e in Iraq. Da Roma, tra l’altro, ha seguito e dato conto della morte e degli storici funerali di Papa Giovanni Paolo II e quindi dell’elezione del nuovo pontefice Benedetto XVI. Alessio Vinci, nel 2005, ha ricevuto il premio giornalistico dedicato dal Corriere della Sera a Maria Grazia Cutuli.