Torna il Motor Show a Bologna: novità e campioni nel ricordo di Simoncelli

La manifestazione avrà come colonna sonora Abbey Road dei Beatles. Il via con la Ferrari F10 guidata da Giancarlo Fisichella, poi 45 grandi anteprime, stelle dello sport dei motori e il ricordo all'asso romagnolo della MotoGp

Grandi anteprime, 45 in totale (8 mondiali, 6 europee), stelle dello sport dei motori e il ricordo al campione della MotoGp, Marco Simoncelli, scomparso il 23 ottobre in un incidente sul circuito di Sepang. Il Motor Show di Bologna, in programma dal 3 all'11 dicembre, sarà tutto questo e molto altro, come hanno sottolineato gli organizzatori in una conferenza stampa svoltasi a Roma.
Un Motor Show che avrà come «colonna sonora» Abbey Road dei Beatles, con il manifesto della rassegna che si ispira liberamente alla copertina del disco, una copertina delle più celebri e citate della storia della musica pop. Al posto dei Beatles intenti ad attraversare un passaggio pedonale di Abbey Road, ci sono quattro piloti con casco e tuta da corsa con scritto «Entra nel mito».
«Il Motor Show sarà lo specchio fedele di quanto sta facendo il mercato dell'auto con vetture sempre più sicure e verdi», ha sottolineato l'amministratore delegato Giada Michetti. Molti gli eventi nella Motor Sport Arena, a cominciare con la Ferrari F10 di Formula 1 guidata da Giancarlo Fisichella.
Dall'8 dicembre parte l'evento rally che vedrà grandi campioni in pista da Jari-Matti Latvala su Ford a Petter Solberg su Citroen, stessa auto in cui si cimenterà il campione di motocross Antonio Cairoli, mentre il pilota della Honda MotoGp Andrea Dovizioso gareggerà su una Ford. Sarà poi presente anche Miki Biasion con il camion che prenderà parte alla Parigi-Dakar.
È intento degli organizzatori omaggiare con un tributo la memoria di Marco Simoncelli con varie iniziative durante l'evento che saranno concordate con la famiglia del pilota. In azione il giorno 4 dicembre la Porsche Carrera Cup, nella «Special Rac» che di fatto rappresenterà l'epilogo di una stagione intensa per il monomarca tricolore della Casa di Stoccarda. Il programma del 3 e 4 dicembre continua con i «miti» delle due ruote, rappresentati dallo spettacolare FMX Freestyle Motocross.
Un altro evento «clou» in programma il 4 dicembre sarà senz'altro quello della gara dalla Superstars, epilogo di un 2011 vincente per il campionato che ha per protagoniste le vetture V8 da oltre 500 CV e che ha visto al via nell'ultimo biennio ben dieci differenti «brand». Il 5 dicembre la Mobil 1 Arena farà un tuffo nel passato con l'Historic Challenge e altre iniziative dedicate alle auto storiche mentre il 6 dicembre sarà dedicato ai più importanti trofei monomarca.
Il GT Challenge del 7 dicembre vedrà invece in azione le vetture Granturismo che hanno calcato la scena tricolore. Il giorno dopo, per ciò che concerne le gare sul circuito misto asfalto-terra, l'attenzione sarà rivolta sul Bettega Legend, una competizione che coinvolgerà i piloti e le vetture che hanno preso parte al Memorial Bettega dal 1985 in poi.
Dal 9 dicembre spazio al Wrc Italia mentre il 10 e 11 dicembre andrà in scena la sfida delle S2000. Sempre il weekend del 10 e 11 dicembre sarà infine dedicato interamente al classico Memorial Bettega in cui si vedranno come di consueto in azione diversi assi internazionali della specialità, tra cui alcuni protagonisti dell'ultimo Mondiale WRC sulle auto ufficiali del mondiale rally.
Il Motor Show è sempre stato un evento amato dal pubblico anche in momenti difficili come il 2009 e da una rilevazione Doxa, appositamente commissionata, emerge che il 12 per cento della popolazione ha intenzione di visitare il Motor Show di Bologna, circa 6 milioni di persone. Molti saranno poi i convegni sul mondo dell'auto e i focus, da quello inedito sull'innovazione tecnologica, al padiglione dedicato all'auto «Icona» per ripercorrere la storia dell'automobilismo del nostro paese, passando per il «Luxury Time», con auto di lusso e non solo.
«Parleremo di innovazione di prodotto, ma anche di ambiente. L'innovazone spesso nasce applicata al prodotto di alta gamma che è più che altro «sogno» e tutto questo si potrà ammirare in "Luxury Time" - ha aggiunto il direttore operativo Simona Sandrini -. Le Case automobilistiche saranno le assolute protagoniste e occuperemo tutto il quartiere fieristico con 8 aree esterne». Nessun commento sulle Case assenti ma due recuperi importanti Honda e Mazda.
L'evento avrà un costo di circa 15 milioni di euro ma una ricaduta economica molto più importante. Il prezzo del biglietto sarà di 24 euro alle casse, ma sono state avviate iniziative di prevendita on-line a partire da un costo di 19 euro. Il Motor Show e Mobil 1 rinnovano poi l'impegno a favore della solidarietà. Il 3 dicembre sarà presente alla cerimonia di apertura Vincenzo Soverino, ambasciatore Aisla (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) per inaugurare ufficialmente la Mobil 1 Arena.