Torna il «nemico» Tremonti È scontro a Washington

La Banca centrale europea chiede spiegazioni a Fazio, il Consiglio dei ministri approva la riforma della Banca d’Italia che introduce il mandato a termine per il governatore. Siniscalco preannuncia passi formali per indurre il governatore a dimettersi, ma non ottiene risultati. A fine mese si dimette, torna Giulio Tremonti e il governo sfiducia pubblicamente Fazio. Dopo uno scontro con Tremonti a Washington, Fazio rientra in Italia precipitosamente.