Torna la «Notte bianca»: 400 eventi

L’assessore Bozzetti: «È un’importante operazione di marketing urbano e di promozione anche all’estero»

(...) «Una prima prova di città metropolitana - sorride Bozzetti -. Ma aspettiamo anche le adesioni degli altri Comuni dell’hinterland». Confermata la collaborazione della Camera di Commercio che garantirà ancora una volta l’apertura straordinaria dei negozi. E quella dell’Atm che farà funzionare per tutta la notte la metropolitana e riproporrà le tariffe agevolate con il biglietto da un euro valido per tutta la durata della manifestazione (dalle 16 alle 6) e il ticket collettivo per le famiglie. Quest’anno per affidare l’organizzazione è stata bandita una gara europea vinta all’asta dalla «Prodea», la società che ha curato le cerimonie di inaugurazione e chiusura e le notti bianche dell’Olimpiade invernale di Torino. Abbondantemente ritoccato anche il budget portato dai 300mila euro dell’ultima edizione ai 450mila di quest’anno. Di cui almeno 100mila saranno spesi per la comunicazione. Una cifra irrisoria, comunque, rispetto al valore totale dell’evento che potrà anche quest’anno attingere alle sponsorizzazioni e ai privati che si impegneranno a organizzare gratuitamente gli spettacoli. Per essere inseriti nel calendario è attivo il numero verde 800-023583.
Simile alle altre volte il calendario degli appuntamenti che quest’anno supererà abbondantemente quota quattrocento. Gran galà in piazza Duomo con il concertone. Ma poi note rock, jazz e melodie italiane in tutte le piazze del centro. Con la musica classica collocata in piazza del Cannone per accompagnare lo spettacolo di fuochi d’artificio. Per gli amanti del ballo, discoteca all’aperto con dj trendy in piazza Affari. E poi la regata sul Naviglio, l’apertura della Scala e dei palazzi, la formula uno a pedali.
«La notte bianca è un’importantissima operazione di marketing urbano - spiega Bozzetti - e di promozione anche all’estero. Milano deve dare di sé un’immagine di città viva, proiettata all’esterno. E questo anche nella speranza di poter ospitare nei prossimi anni i grandi eventi internazionali come l’Expo mondiale e l’Olimpiade. Per Milano le grandi manifestazioni significano grandi investimenti». Ne parla come di una sua creatura, anche se da qui al 24 giugno Milano cambieranno sindaco e giunta. «Ho lavorato sempre con passione - le parole di Bozzetti -. Certo l’altra volta questo assessorato non lo voleva nessuno. Adesso c’è la fila. Forse perchè in questi cinque anni qualcuno ci ha lavorato bene». E la Moratti? «Anche lei è entusiasta di questo avvenimento e spero che dopo le divisioni e le polemiche del 25 aprile e del Primo maggio, Milano possa riscoprirsi una città unita proprio in occasione della notte bianca. Perchè questo è un avvenimento di tutti, è la festa di tutta la città senza connotazioni politiche: la notte bianca non è né di destra né di sinistra».
Per gli amanti della spiaggia in città ancora fiato sospeso. L’assessore è in attesa di una cordata che si voglia sobbarcare l’onere dell’organizzazione a costo zero per il Comune. Probabile, comunque, che sdraio, ombrelloni, piscine e campi di calcio e beach volley dovranno traslocare al Vigorelli.