Torna la Notte bianca la moda sveglia la città

Settembre, Milano riaccende i riflettori sulla moda. Dal 21 al 27 la «fashion week» torna a colonizzare il centro storico con la new entry della Loggia dei Mercanti, dove si vedranno molte passerelle. Intanto domani va in scena la notte «democratica» della moda, la Vogue Fashion Night Out. Un tuffo nel fashion system senza barriere, in cui tutti potranno incontrare lo stilista del cuore e stringere la mano a top model e vip. E pure una notte bianca dello shopping consapevole: oltre 650 negozi rimarranno infatti aperti dalle 19 alle 23 e 30 proponendo prodotti creati ad hoc (a prezzi accessibili), i cui ricavati saranno messi a disposizione dell'Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi.
Il cuore della serata sarà il Quadrilatero, ma le luci si accenderanno anche a Brera, e nelle vie dello shopping meneghino per eccellenza: corso Vercelli, via Belfiore e corso Genova. Mezza Milano unita in un'unica grande festa, animata da cocktail, dj set, concerti, set fotografici, performance live, e molto altro. Tutto all'insegna di un approccio più democratico al mondo della moda, che in un periodo di crisi non guasta, anzi. Organizzata da Vogue Italia in collaborazione con il Comune di Milano, la Fashion Night Out (nata tre anni fa su iniziativa di Condé Nast, si replica in un numero sempre crescente di Paesi: dagli Stati Uniti alla Corea) è «un segno importante del nostro impegno per avvicinare il mondo della moda, spesso percepito come lontano ed esclusivo, a tutte le persone appassionate e curiose», spiega la direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani. «Al tempo stesso è un grande momento di festa collettiva capace di dare alla città nuova luce e nuova energia».
Così le vetrine si animano, diventano «live windows» o piattaforme interattive, mentre dentro i negozi si beve un cocktail, o si balla. Protagonisti, per una sera, i milanesi: top model per caso da Salmoiraghi & Vigano, dove le modelle vere coinvolgeranno il pubblico nel set fotografico della campagna Carrera. Star per una notte da Simonetta Ravizza, dove le clienti sono immortalate dal fotografo Filippo Mutani. Mentre da Jimmy Choo si può essere paparazzati sul red carpet come un vip. E anche i vip sono sotto i riflettori, ma per una volta accessibili. Riccardo Scamarcio arruolato da Paul & Shark in via Montenapoleone (dalle 20 e 30), per un party con la colonna sonora di Radio Montecarlo. Giorgia Palmas è da Stefanel in corso Vittorio Emanuele, dove alla consolle c'è Nicola Savino. Molte celebrità da Le Silla, dove suona Alessio Bertallot.
E se da Stella Mc Cartney suona live Vittoria Hyde, da Hogan l'ospite d'onore è la bisnipote di Charly Chaplin, Kiera Chaplin. Da Cavalli in via Spiga è lo stilista ad accogliere i milanesi, mentre Ennio Capasa presenta il suo video ispirato ad Andy Warhol da Costume National in via S. Andrea. E se la maggior parte delle boutique sarà trasformata in un cocktail bar, qualcuno si inventa il «nail bar»: da Chanel in via S. Andrea e da Alviero Martini 1a Classe, protagonisti alcuni nuovi smalti. La notte diventa magica anche per i bambini: maghi e giochi in negozi come Simonetta, Gufo fino e Pupi Solari. Porte aperte nelle boutique più rinomate: oltre a Pupi Solari, anche Banner, Biffi, 10 Corso Como, e poi i «corner store» di Rinascente, Coin e del neonato Excelsior-Mi di corso Vittorio Emanuele. Tappa obbligatoria a Palazzo Morando in via S. Andrea per la mostra fotografica «Watch &Click», sui giovani talenti lanciati da Franca Sozzani (il programma integrale su vfno.vogue.it). E dopo lo shopping, la festa continua da 10 Corso Como. Questa volta solo su invito.